Menu

[ garibaldina ]

Dalla bottega del calzolaio alla catena di negozi
60 anni di storia di successo

Rho, Corso Garibaldi. Anni '60.
È il dopoguerra, in Italia.
A Rho, alle porte di Milano, nonno Antonio apre una bottega dove ripara le scarpe: è il Calzolaio di corso Garibaldi, da cui la calzoleria prende il nome.
Garibaldina.

Passano gli anni.
La bottega dello scarpino cresce e si fa rivendita: l'attività di corso Garibaldi è, ora, un negozio di calzature.
Nel retro, però, resta attivo il laboratorio di nonno Antonio, per le riparazioni delle scarpe.

Sono gli anni '80.
L'azienda è viva e florida, tanto da allargare il giro d'affari.
Apre un secondo punto vendita: il negozio di Pogliano Milanese.

Trascorrono 30 anni, e cambia il secolo: è il 2009.
La Garibaldina è, ormai, un marchio affermato.
Inaugura un magazzino centrale e il terzo punto vendita, a Saronno.
Ma le modalità di vendita e di esposizione della merce sono diverse, rispetto a un 30ennio fa. Così, l'azienda adegua la propria presenza sul mercato ai trend e alle tecnologie del momento.

Dieci anni ancora, ed è il 2016.
L'azienda seguita a espandere il proprio business.
La Garibaldina apre il punto vendita numero 4, a Corbetta: un ampio negozio multipiano dal design luminoso moderno, in una zona di ampia visibilità.